lunedì 16 ottobre 2017

E' mancato Carlo Barrese

E' mancato all'affetto dei suoi cari e dei suoi amici uno degli uomini "orgoglio di Bocchigliero", Carlo Barrese.
E' un dolore grande per mio papà, suo grande amico di sempre, e per tutti noi bocchiglieresi che lo abbiamo sempre stimato per la sua nobiltà d'animo, per la sua cultura, per la sua professionalità che lo ha portato ad essere una voce importante per la Rai e soprattutto per il suo attaccamento al paese natio.

Ci uniamo al dolore dei suoi familiari e per lui recitiamo

 L'eterno riposo dona a lui, o Signore
dona a lui la Luce perpetua
Riposi in pace
Amen




domenica 24 settembre 2017

Auguri Don Giuseppe Scigliano!!


Da oggi, 24 settembre 2017, don Giuseppe Scigliano sarà il nuovo parroco della Parrocchia San Paolo di Rossano.
A nome di tutti i bocchiglieresi di Milano gli auguri più sentiti accompagnati dalle nostre preghiere a  don Giuseppe affinchè  testimoni sempre con la santità di vita la straordinaria bellezza del Vangelo fra il popolo che oggi lo accoglie.

don Giuseppe Scigliano e don Giuseppe Cersosimo durante la celebrazione della Santa Messa delle ore 8 del 21 agosto, Festa di San Rocco 2017



venerdì 22 settembre 2017

Accendi una candela per Padre Pio

Sabato 23 settembre è la memoria liturgica di San Pio da Pietrelcina. Anche noi come parrocchia Santa Maria Assunta di Bocchigliero festeggeremo l'amatissimo Padre Pio secondo il seguente programma:
Ore 18.00 Santa Messa in Chiesa Matrice
Ore 19.00 'Una candela per Padre Pio'. Accenderemo le nostre candele in chiesa offrendo la preghiera a Padre Pio, e porteremo le stesse candele verso l'immagine del Santo posta all'ingresso del paese.
Rinnovando la grande devozione a Padre Pio, oggi un po' affievolita, ci affidiamo ancora al 'suo dolce profumo di rose'...
San Padre Pio da Pietrelcina, prega per noi. Amen!

Il Parroco: don Giuseppe

martedì 29 agosto 2017

ESTRATTI I BIGLIETTI VINCENTI

Trovati i vincitori della riffa di San Rocco...primo premio FIAT PANDA  MARIA TURCO ( a parrucchiera) e secondo premio VITELLA ANNA GRECO (moglie di Mimmo Sicilia) augurissimi ai vincitori e viva San Rocco❤❤❤

domenica 27 agosto 2017

Prima estrazione 25 agosto

La prima estrazione per la Riffa di San Rocco è andata nulla per numero biglietto non venduto.
Si riprova martedì 29 agosto....
Non buttate i biglietti!

sabato 12 agosto 2017

sabato 5 agosto 2017

Affidamento degli emigrati bocchiglieresi alla Madonna e Jesu durante la Novena del 4 agosto

Ieri, venerdì 4 agosto 2017, alla fine della Santa Messa nella Novena alla Madonna e Jesu, il parroco Don Giuseppe ha impartito la benedizione su tutti i bocchiglieresi presenti alla celebrazione e, dopo la Serenata alla Vergine Ss.ma de Jesu, ha affidato a Lei tutti gli emigrati facendoli andare sull’ altare ai piedi di Maria.
La toccante funzione eucaristica è stata concelebrata da Don Mauro Mantovani, rettore dell’Università Pontificia Salesiana di Roma, al quale Don Giuseppe ha dato il suo caloroso benvenuto in paese per la seconda volta.


All’offertorio due bocchiglieresi emigrati, una in Francia e l’altro in Belgio, hanno portato all’altare il Pane e il Vino; 















un bocchiglierese che vive in Francia ha portato un paio di “scarpe”, simbolo del  lungo cammino che ogni emigrato ha intrapreso alla ricerca di un futuro migliore; 















un emigrato a Milano ha portato le chiavi, non solo simbolo di una casa  lasciata alle spalle e speranza di un’altra che si è aperta, ma chiave anche dei cuori che si devono aprire sempre per accogliere tutte le cose belle che la vita offre nella Grazia del Signore.









Per ultima è stata portata ai piedi della Madonna la Stola Mariana, dono fatto a don Giuseppe dagli emigrati bocchiglieresi che vivono in Lombardia in occasione dell’ormai consueto incontro annuale che rappresenta il collante che unisce tutti i bocchiglieresi sparsi nel mondo che si affidano alla Madonna de Jesu. 
















Al termine della celebrazione il Parroco ha chiesto a mio papà, Franco Caracciolo, come primo emigrato da Bocchigliero verso Milano, di fare la sua testimonianza, rappresentando tutti coloro che per necessità lavorative hanno dovuto cercare fortuna in altri luoghi lasciando il proprio paese e i loro cari.

Con voce ferma ma carica di commozione ha quindi testimoniato raccontando in breve la sua vita:
Accogliendo l’invito di Don Giuseppe a raccontare brevemente la mia testimonianza di emigrante, sento di dirvi che sono stato il 1° bocchiglierese emigrato a Milano. Ho lasciato Bocchigliero il 31 gennaio del 1950 per prestare il mio servizio di leva nella grande capitale economica italiana: Milano. L’esperienza di un anno e mezzo mi ha permesso di conoscere meglio la gente di questa città e soprattutto persone e riferimenti che hanno fatto sì che Milano diventasse la mia seconda casa. Infatti dopo il servizio militare presi la grande decisione di rimanere e cercare futuro proprio in questa città che mi ha saputo bene accogliere. Milanese di adozione…. con sempre Bocchigliero nel cuore.
Tra le grandi figure riconoscenti ad avermi accolto, aiutato, indirizzato, non posso dimenticare i grandi padri salesiani che hanno creduto nella mia persona e mi hanno donato amicizia e stima. Ero un ragazzo di vent’anni con tanta voglia di fare e moltissima determinazione.
La presenza del Signore è stata una costante nella mia vita da emigrato, grazie a Lui sono riuscito a costruirmi una buona posizione, crearmi una bella famiglia ed essere circondato da tantissimi amici.
Gli inizi sono stati duri, le difficoltà da superare innumerevoli, lontano da casa tutto sembrava complicato, ma il Signore sapeva quello che era giusto per me e cosa la vita mi serbava.
Oggi sono qui a raccontare brevemente questa mia esperienza e sento di dover ringraziare sempre il Signore, perché nonostante sia stato costretto a lasciare il mio amato paesello, i miei cari genitori, gli affetti più cari, ogni anno ricevo la grazia, insieme a tutta la mia famiglia, di poterci ritornare per gustare il giusto riposo e la pace che solo il paese natio riesce a dare, trascorrendo alcuni periodi dove bei ricordi si risvegliano di quando si era giovani e poi più adulti.
La mia esperienza è simile a quella che hanno vissuto altri miei compaesani che dopo di me, sono arrivati a Milano in cerca di fortuna e per quanto possibile ci siamo fraternamente aiutati.
Frutto della fede bocchiglierese a Milano è il raduno che ogni anno compiamo, grazie al sacerdote bocchiglierese Don Massimino Zumpano, gesuita, incontrato un giorno durante un pellegrinaggio a Gerusalemme, e a Gerusalemme il 1994 con lui si è deciso di dar Vita a questa stupenda pagina della comunità del nostro paese. 
Quest’anno e non solo quest’anno ha celebrato Don Giuseppe, che come buon pastore è venuto a trovarci, uno per uno.”

Il parroco, dopo aver invocato la Benedizione su tutti i presenti, ha dato a tutti, e soprattutto alla Madonna e Jesu, il suo arrivederci al novenario dell’anno prossimo.








martedì 1 agosto 2017

Novena di venerdì 4 agosto

Venerdi 4 agosto ore 18:00 Santa Messa nella Novena alla Madonna de Jesu e benedizione di tutti i bocchiglieresi presenti alla celebrazione. Serenata alla Vergine Ss.ma de Jesu e affidamento a Lei di tutti gli emigrati.

venerdì 28 luglio 2017

Primo giorno di Novena alla Madonna e Jesu 2017

Ieri, 27 luglio,  a Bocchigliero   è iniziato  il novenario della Madonna de Jesu. 
Non sono mancati, come sempre, i fuochi di artificio per annunciare  l'inizio della festa della nostra Santa Protettrice Madonna de Jesu.  
Le vie  principali del paese sono vestite a festa  per la gioia di tutti i presenti in paese e anche per i  tanti bocchiglieresi che  già cominciano a rientrare per una breve  vacanza nel paese natio.
In questo primo giorno della Novena della Madonna de Jesu la S. Messa è stata celebrata dal nostro Parroco Don Giuseppe, nel nostro piccolo e suggestivo Santuario alla Riforma  con i bellissimi  addobbi  che fanno da corona alla Madonna.  
Non sono mancate le emozioni di tutti i presenti per i Canti tradizionali intonati  dalla corale e inneggiati anche  da tutta l'assemblea:

  "Madre mia quando sei bella - il tuo aspetto è un paradiso - che mi apporta o gioia o riso - benché indegno oh peccatori" -  ecc - ecc-

e  infine  il bellissimo canto  Serenata a Maria :  "Vergine santissima de Jesu -  nel segno del tuo amore siamo qui - prendici per mano e conducici a Gesù - lo ameremo come hai fatto tu" -    ecc. ecc.

Un vivo ringraziamento a Don Giuseppe per  quello che fa con tanto amore.

Franco Caracciolo

mercoledì 26 luglio 2017

Festa Madonna de Jesu 2017